Educare.it - Rivista open access sui temi dell'educazione - Anno XXIV, n. 7 - Luglio 2024

Farsi un'idea sulle disabilità

La disabilità intellettiva: dalla clinica alle strategie psicopedagogiche

disabilita intellettiveL’articolo ha lo scopo di esporre le peculiarità della disabilità intellettiva. Nello specifico, sono illustrati la concezione della disabilità intellettiva nel corso del tempo, il costrutto d’intelligenza, la disabilità intellettiva secondo la classificazione del DSM-5, la fenomenologia sintomatologica, il concetto di Quoziente Intellettivo, la comorbidità che accompagna tale tipo di disabilità, le cause che la determinano e i trattamenti psicopedagogici utilizzabili per essa.

 

Leggi tutto …

L'aprassia nel disabile mentale giovane e adulto: alcune strategie di intervento educativo

L’aprassia è un disturbo primario della funzione motoria; primario perché non riconducibile ad altre patologie neuromotorie né a deficit della sensibilità, di comprensione o riconoscimento. Se ad un movimento presiede il controllo volitivo, il soggetto non è capace di organizzarlo in modo consono alle sue intenzioni.

Leggi tutto …

Il deficit visivo

Pur sapendo che il deficit visivo comporta diverse patologie e numerosi gradi di efficienza visiva, dalla cecità totale all'ipovedenza minima, si farà riferimento al non vedente come soggetto esemplificativo.

Leggi tutto …

Il deficit uditivo

E' necessario premettere che l'audioleso non è un insufficiente mentale (tale era considerato: psicotico, ritardato); non è un afasico sensoriale; non è un afasico motorio.

Questo non vuol significare assenza di scompensi funzionali, indotti negativi, a livello centrale (aree audiolinguistiche e motoriolinguistiche); essi compaiono se non vi sono prevenzione alla sordità e precoci piani di intervento di terapia uditiva protesica, comunicativa, articolatoria, linguistica, culturale e scolastica.

Leggi tutto …