Educare.it - Rivista open access sui temi dell'educazione - Anno XXIV, n. 5 - Maggio 2024

  • Categoria: Racconti

Il sapore del latte

ricordiC'era una volta....ma ancora gli echi di una favola antica quanto il tempo da' i suoi segnali, bagliori di tempesta e sereno, stagioni tese come accordi di musica ritmata in sintonia con i germogli di una vita in divenire. I sentimenti e le emozioni erano odori e sapori catturati tra i raggi di sole, il calore del tempo disteso come tappeto ad accogliere i passi lenti di nuove stagioni. L'infanzia aveva i suoi segreti, li conservava nel silenzio di parole non dette, il mondo incantato di storie sospese nella fantasia di fragili pensieri esposti al vento leggero del cambiamento.

L'adolescenza inquieta chiedeva risposte senza fare domande, la sete d'amore dipingeva orizzonti lontani di un tempo ideale da possedere senza riserve, il miraggio del futuro per dare un significato al presente.

C'era una volta l'età della ragione, lo spazio necessario per ripercorrere strade iniziate e abbandonate, per consolare il cuore e fare tesoro di una sottile nostalgia e rimpianto, per dare alle scelte il valore di concreta stabilità e sicurezza, la proiezione a tre dimensioni di passato, presente e futuro da disegnare con l'esperienza e la volontà di sciogliere rimpianti e rinsaldare promesse di riscatto.

C'era una volta il libro della vita, pagine da leggere per fantasticare, storie vissute all'ombra della solitudine, sorrisi rubati ad un'estate da ricordare e conservare, il sapore del latte che, tra le pieghe della memoria, offre ancora una pagina bianca per accogliere e nutrire fantasia e realtà. Le parole affiorano lentamente per dare al tempo il suo respiro, la trasparenza e i colori che alle emozioni e ai sentimenti restituiscono il sapore dell'innocenza.

copyright © Educare.it - Anno XXIII, N. 4, Aprile 2023