Educare.it - Rivista open access sui temi dell'educazione - Anno XXIV, n. 7 - Luglio 2024

  • Scritto da Antonino P.
  • Categoria: Educattiverie

Ti lascio una canzone? No, grazie!

Lo confesso, non è stato facile. La musica, il clima generale improntato al buonismo, la Clerici che continua a ripetere che il suo programma non è una gara … tutto questo ha anestetizzato il mio senso critico.

Poi un una puntata di settembre del programma “Ti lascio una canzone” ho visto in lacrime una bimba, ho sentito Pupo definire quel pianto “una fortunata condizione psico-pedagogica per dimenticarsi di tutto” ed ho, finalmente, realizzato quello che stava succedendo: bambini che scimmiottano gli adulti nelle pose, che cantano canzoni con testi che spessissimo parlano di cose che loro non conoscono, di sentimenti che non hanno (fortunatamente) ancora provato.

Leggi tutto …

  • Scritto da Luciano Pasqualotto
  • Categoria: Educattiverie

Voti in pagella, che ingiustizia la media!

L’anno scolastico compie il giro di boa, è tempo di pagelle. Il momento è delicato, soprattutto per coloro che hanno avuto un avvio stentato, tra insufficienze e richiami disciplinari.
E’ la storia di quella parte di vita che si svolge a scuola; succede, in modo particolare negli anni di ingresso nel ciclo di studi successivo: in prima media ed in prima superiore.
Dopo le sbandate iniziali, la maggior parte degli alunni riesce a prendere il passo, tra incoraggiamenti e minacce, premi e punizioni. Poi arriva la pagella del primo quadrimestre, ad “oggettivare” questi percorsi. 

Leggi tutto …

  • Scritto da Fabio Artigiani
  • Categoria: Educattiverie

300 euro, in barba all'etica

Me ne stavo andando su un marciapiede in città, quando intercetto non volendo una chiacchiera tra due signore: «...E quindi mi ha detto che le analisi andavano bene, mi ha fatto un po’ di controlli e dopo tre quarti d’ora avevo già finito»... E l’altra: «Ah, meno male. Certo, ha fatto presto! Bisognerebbe che anch’io facessi un po’ di controlli… quanto ti prende a visita?. «Trecento euro».

Leggi tutto …